LETTURA MUSICALE PER CHITARRA MUSIC READING FOR GUITAR Musicians Institute David OAKES ritmo LIBRO

MUSIC READING FOR GUITAR, Musicians Institute. David Oakes.

LETTURA MUSICALE PER CHITARRA (MUSIC READING FOR GUITAR)

IL METODO COMPLETO In ITALIANO

LIBRO DI MUSICA, SPARTITI PER CHITARRA.

 

CONCETTI ESSENZIALI

• Più di 450 tra brani ed esempi
• Note, ritmi, chiavi e posizioni
• Dinamiche, figure sincopate e chart di accordi
• Duetti, pattern scalari, fraseggio, tempi dispari
• E molto di più!

ISBN 978-88-63882-06-3
Titolo Lettura Musicale per Chitarra 
Autore David Oakes 
MB212
Pagine 160 

E’ la traduzione italiana di Music Reading for Guitar del Musicians Institute, un libro che si occupa della lettura musicale sulla chitarra a più livelli. Dagli elementi fondamentali e dalla lettura dello spartito, sino a concetti avanzati di lettura a prima vista. Gli argomenti sono affrontati in modo completo e minuzioso. Definiti i diversi livelli di complessità i concetti vengono sviluppati in modo graduale e progressivo. Si imparerà ad analizzare la musica mentre la si legge, a “sentire le note” prima di suonarle, e scrivere o trascrivere quello che si suona o si ascolta; si imparerà anche a comporre musica sul proprio strumento o nella propria mente, mettendo poi per iscritto il brano. L'autore avverte: «questo libro non è stato scritto per essere consultato seduti su una comoda poltrona; dovrebbe essere letto solamente da un leggio».

Avendo dedicato gli ultimi dieci anni della mia vita a insegnare ai chitarristi come leggere la musica, ho rilevato un elemento importante: nessuno ha mai imparato a farlo esercitandosi unicamente nella lettura a prima vista. Di fatto, se avessi una moneta da cinque centesimi per ogni chitarrista che è venuto da me dicendo "voglio imparare a leggere a prima vista", sarei un uomo molto ricco. Solitamente rispondo "fantastico, ma su quale musica stai lavorando al momento?". La risposta è costituita tipicamente da uno sguardo piuttosto confuso, seguito da qualcosa del tipo "non voglio imparare della musica, dei brani, voglio semplicemente apprendere come leggere a prima vista qualsiasi cosa, che lo voglia io o che debba farlo per qualche ragione". Questa conversazione mette a fuoco un frequente punto debole nella formazione dei chitarristi: lo sviluppo di determinate abilità musicali è carente nella maggior parte degli studenti. Ear training, armonia e lettura (da non confondersi con la lettura a prima vista) sono tre materie che dovrebbero essere della massima priorità per ogni serio studente di chitarra. Questi ambiti, affrontati separatamente, diventeranno alla fine un'unica, grande competenza musicale. Imparerai ad analizzare la musica mentre la leggi; sarai in grado di "sentire le note" prima di suonarle, apprenderai come scrivere o trascrivere quello che suoni o che ascolti, e imparerai a comporre musica sul tuo strumento o nella tua mente, mettendo poi per iscritto il brano. L'abilità di leggere a prima vista è un beneficio secondario, che si acquisisce solo dopo aver letto e studiato molta musica, suonato in numerose formazioni differenti, studiato la tastiera, e fatto esercizio sulle abilità fondamentali di lettura. Detto ciò, questo libro si occupa della lettura musicale sulla chitarra a più livelli. Partiremo dagli elementi fondamentali e dalla lettura dello spartito, e arriveremo a trattare concetti avanzati di lettura a prima vista. Gli argomenti sono affrontati in modo completo e minuzioso. Questo libro non è stato scritto per essere consultato seduti su una comoda poltrona; dovrebbe essere letto solamente da un leggio. Definirò i diversi livelli di complessità per te, e aspetterò che tu ne abbia la giusta padronanza prima di passare al successivo. Questo libro parte dal presupposto che tu suoni la chitarra già da almeno un paio d'anni, senza però aver mai affrontato in modo veramente serio il tema della lettura, se non in tempi recenti. Buona fortuna, e dacci dentro. David Oakes

Riguardo a questo libro
In questo libro ci sono due diversi tipi di esercizi di lettura melodica. Il primo è composto da varie "melodie senza senso". Queste dovrebbero far parte del tuo lavoro dedicato alla lettura a prima vista. Le melodie senza senso ti richiederanno di procedere lentamente e di lavorare sull'accuratezza dell'intonazione. Gli esercizi del secondo tipo consistono in melodie scritte da grandi compositori. Dovresti fare esercizio con queste melodie (suonandole più volte), portando la performance a un tempo metronomico più alto rispetto a quanto saresti in grado di fare al momento leggendo a prima vista. Ho scelto melodie classiche per diverse ragioni. Innanzitutto, le mie classi di lettura al Musician Institute sono formate da musicisti orientati in parte al rock, in parte al jazz. I musicisti jazz non amano leggere pezzi rock, e viceversa. Ho ritenuto che le melodie classiche potessero rappresentare un buon compromesso. In secondo luogo, queste melodie aiutano a sviluppare un forte senso del fraseggio basato su gruppi di quattro battute. Infine, ti permettono di usare le tue orecchie per aiutarti nella lettura. Ascoltandoti ti accorgerai infatti facilmente dei tuoi errori, e vi rimedierai di conseguenza. AI Musician lnstitute, dedichiamo quattro lezioni da un'ora ciascuna ad ogni capitolo, distribuite su un periodo di due settimane. Dovresti essere in grado di padroneggiare il materiale presente in ciascun capitolo in un paio di settimane se fai esercizio mezz'ora al giorno, quattro o cinque volte a settimana. A questo ritmo, ti servirà circa un anno per completare il volume. Avrai anche bisogno regolarmente di rivedere del materiale affrontato in precedenza. Farlo in modo sistematico è essenziale per acquisire al meglio i concetti presentati in questo libro. 

Riflessioni
Il grande chitarrista di studio ed esperto di lettura a prima vista Tommy Tedesco una volta mi disse che lui non si era mai preoccupato di imparare le note sulle due corde più basse oltre il nono tasto. Era solito usare queste corde per eseguire accordi e fare soli, ma gli sembrava che fossero poco pratiche per la lettura. Nei decenni che ha passato in qualità di chitarrista di studio di primo livello a Los Angeles, non ha mai letto su quelle corde basse. Probabilmente hai notato che anch'io non ho dedicato attenzione a quest'area della tastiera. Concordo con Tommy che queste note sono poco pratiche nella lettura di melodie. Credo inoltre che non bisognerebbe spendere tempo imparando cose che non useremo mai. Ci sono alcuni libri e scuole di pensiero che ti chiederanno di leggere in ogni chiave in qualsiasi posizione sulla tastiera, senza prestare attenzione a quanto questo possa essere talvolta scomodo. Il percorso di studi del Musician Institute è sempre attento all'utilizzo nel mondo reale di ciò che si apprende. Mi piace pensare alle posizioni come aree di lettura sul manico adeguate in particolare a tonalità con armature di chiave che contengono diesis, oppure a tonalità che contengono bemolli. Per esempio, la prima posizione è un'area adeguata alle tonalità con bemolli. La seconda posizione è una buona area di lettura per chiavi con diesis. La terza posizione è un'area adeguata a tonalità con bemolli, e così via. Non leggerei mai una melodia in una tonalità che prevede bemolli in seconda posizione. Per una melodia di questo tipo, sceglierei la prima o la terza posizione. Le melodie che fanno uso di tagli addizionali nelle posizioni più alte dovrebbero essere lette verticalmente, su è giù per la tastiera (la tecnica pipeline). Assicurati inoltre di studiare armonia e teoria, come anche chitarra ritmica (armonia applicata la tastiera) e tecnica legata al suonare singole corde. Nonostante queste competenze vengano affrontate separatamente, una volta acquisite conferiscono al musicista, interagendo l'una con l'altra, sicurezza e abilità. Infine, se non lo hai ancora fatto, ti incoraggio a cercare un partner per eseguire duetti. Se puoi, trova qualcuno che sia in grado di leggere meglio di te. Acquista del materiale supplementare. I libri di duetti per trombe o legni sono ottimi per questo scopo. Ogni nuova abilità, che sia leggere la musica o battere a macchina o parlare una lingua straniera, richiede pratica. Avrai bisogno di tenere in allenamento le tue abilità di lettura il più frequentemente possibile o le perderai, dopo aver lavorato duramente per ottenerle. 

 

Capitolo 1
Definizioni fondamentali
La musica è costituita da due elementi di base: intonazione e ritmo.
Questi sono notati attraverso il pentagramma.
Il pentagramma è costituito da cinque linee e quattro spazi. Questi spazi e linee sono sempre contati dal basso verso l’alto. Per trovare il secondo spazio del pentagramma, ad esempio, devi contare a partire dallo spazio in basso - il primo -, e salire al successivo spazio - il secondo -.
L’intonazione è l’altezza o gravità relativa di un suono. Per rappresentare l’intonazione, vengono utilizzate sette sillabe: do, re, mi, fa, sol, la, si e do (in ambito anglosassone a tali sillabe corrispondono, rispettivamente, le lettere C, D, E, F, G, A e B, ndt). Quando è presente all’inizio della partitura una chiave di violino, le note sulle linee, dal basso verso l’alto, sono mi, sol, si e re. Le note sugli spazi sono fa, la, do e mi. Memorizza queste due sequenze di sillabe, in modo da essere in grado di riconoscere rapidamente le altezze sullo spartito. music reading ITA 1-4:music reading 1-4 03/12/10 16:30 Pagina 45 Fai caso a come ogni nota sia composta da diverse parti. La testa della nota può essere vuota o piena, in base alla sua tipologia. Ogni nota la cui durata sia inferiore a quella di una nota da un intero, avrà un gambo collegato alla testa. Ogni nota la cui durata sia minore di quella di una nota da un quarto, avrà [almeno, ndt] una coda attaccata al gambo, e due o più note munite di coda [/e, ndt] possono essere raggruppate tramite una o più linee orizzontali (dette linee d’unione, ma anche unione/congiunzione dei tagli).
La direzione dei gambi può essere verso l’alto o verso il basso, in base alla posizione della nota sul pentagramma. Il ritmo è genericamente l’organizzazione della musica in relazione al tempo. Uno degli elementi fondamentali dell’organizzazione temporale della musica è la suddivisione in misure (o battute), che si susseguono con regolarità. La misura è basata tipicamente su battiti forti e deboli, disposti secondo uno schema preciso che si ripete il più delle volte senza variazioni di battuta in battuta. Questo pattern ricorrente di battiti forti e deboli è chiamato metro. Il metro più comune divide la misura in quattro segmenti. Il secondo metro più diffuso, la divide in tre segmenti. Le stanghette (o barre) separano una misura dall’altra. Una doppia stanghetta, una linea sottile seguita da una più spessa, segnala la fine della composizione. La notazione musicale impiega determinati segni per rappresentare tanto i suoni quanto i silenzi, man mano che si presentano. Questi segni sono chiamati, rispettivamente, note e pause. Il grafico sotto riportato mostra alcune delle più comuni note e pause. L’indicazione del metro consiste in una coppia di numeri collocati all’inizio di un brano musicale. Il numero in alto indica quanti battiti sono presenti in ciascuna misura, il numero sotto indica in quale valore ritmico consiste un battito. In 4/4, il numero “4” in alto indica che ci sono quattro battiti per ogni misura. Il numero “4” in basso indica che la nota da un quarto costituisce il valore ritmico di un battito. Questa indicazione di tempo comunica anche che la nota da una metà dura due battiti, mentre la nota da un intero dura quattro battiti. Esegui questo ritmo in 4/4 battendo le mani.

Capitolo 1
music reading ITA 1-4:music reading 1-4 03/12/10 16:30 Pagina 56
Ci sono due componenti fondamentali in ogni battito: il battere, che indica l’inizio del battito, e il levare, che nomina il punto mediano del battito (ed è quindi a metà strada tra un battere e il battere successivo). Quando solfeggiamo note da un ottavo una di seguito all’altra, come nell’esempio di seguito, la prima cade sul battere, la seconda sulla levare. Utilizziamo la lettera “e” per rappresentare il levare. Due battiti per ciascuna misura. Il valore ritmico di un battito è quello della nota da un quarto. Esegui questo ritmo in 2/4 battendo le mani. 4/4 è il tempo più comune nella musica occidentale, ed è quindi talvolta abbreviato nella lettera “C”, che sta per tempo Comune (o tempo ordinario). Quando incontri una C come indicazione di tempo, comportati esattamente come faresti con un 4/4. Sviluppo della coordinazione ritmica Esecuzione di parti ritmiche battendo le mani Conta la pulsazione in quarti dei prossimi esempi a voce alta, mentre batti il piede in sincronia con questa pulsazione (o battito) fondamentale. Una volta che ti senti a tuo agio nella coordinazione di piede e voce, batti le mani seguendo il ritmo indicato. Farlo genera consapevolezza dell’attacco della nota

 

Sommario

Capitolo 1
Definizioni fondamentali
Sviluppo della coordinazione ritmica
Sviluppo del movimento degli occhi
Introduzione alla quinta posizione .

Capitolo 2
Note da un ottavo in levare
Lettura della chart della parte ritmica
Segni di ripetizione .

Capitolo 3
Note da un sedicesimo
Altri elementi e segni di organizzazione della chart
Altre nuove note in quinta posizione .

Capitolo 4
Tempi ternari
Dinamiche e altre indicazioni
Ripasso della quinta posizione .

Capitolo 5
Altri ritmi sincopati
Introduzione alla prima posizione
Melodie in prima posizione
Ancora un ripasso sulla quinta posizione .

Capitolo 6
Ripasso ritmico - direzione delle pennate
Altre note in prima posizione
Espandere l'ambito della quinta posizione .

Capitolo 7
Introduzione della dodicesima posizione
Ripasso di prima e quinta posizione
Lettura a prima vista vs. lettura preparata .

Capitolo 8
Terzine di quarti
Introduzione alla lettura con il simbolo
di 8va in quinta posizione
Ripasso di prima, quinta e dodicesima posizione .

Capitolo 9
Tempo tagliato
Introduzione alla seconda posizione
Scegliere in quale posizione suonare 1

Capitolo 10
Terzine di note da una metà, terzine di sedicesimi
Altre note in seconda posizione
Ripasso delle posizioni 1

Capitolo 11 Note da un trentaduesimo
Fraseggio
Andare oltre i limiti delle posizioni - La pipeline 1

Capitolo 12
3/4 "in uno"
Comprendere l'armonia implicita
La terza posizione 1

capitolo 13
Cambiare metro e metri dispari
Ancora sul fraseggio e sui cambi di posizione
La settima posizione
Ripasso della lettura a prima vista 1
Riflessioni conclusive .

 


Music Reading for Guitar
Series: Musicians Institute Press
Publisher: Musicians Institute Press
Composer: David Oakes

Starting at the elementary level and progressing to advanced techniques, this comprehensive method is like a complete two-year guitar course in book form. It includes over 450 songs and examples, and covers: notes, rhythms, keys, positions, dynamics, syncopation, chord charts, duets, scale forms, phrasing, odd time, and much more. Designed from an MI core curriculum program.

Inventory #HL 00695192
ISBN: 9780793581887
UPC: 073999951929
Width: 9.0"
Length: 12.0"
160 pages

Prezzo: €22,99
€22,99
Articolo: 4007
Strumento: 
Notazione musicale: 
Tipo di supporto: 
Autore: 
Editore: 
Casa editrice: 
Numero pagine: 
160
Anno pubblicazione: 
Lingua: